FAQ

Si tratta di una particolare forma di prestito personale, il cui rimborso avviene attraverso una trattenuta sulla busta paga o sulla pensione, equivalente al quinto dello stipendio netto del dipendente, pubblico o privato, o della pensione.

Nella cessione del quinto la rata viene detratta direttamente dal salario o dalla pensione, quindi è l'azienda per la quale si lavoro o l'istituto di previdenza a pagare la rata direttamente alla finanziaria che l'ha erogato. Nel prestito tradizionale invece, la rata viene pagata dal debitore all'istituto creditore tramite le modalità concordate: bonifico, bollettino postale, addebito sul conto corrente.

I dipendenti pubblici statali, i dipendenti di aziende private che abbiano un contratto a tempo indeterminato e i pensionati.

Esistono casi in cui è possibile richiedere questa tipologia di finanziamento, ma la durata del rimborso non potrà superare quella del contratto a termine.

Chi è stato assunto da poco può accedere alla cessione, a patto che l'importo richiesto non sia elevato e l'azienda sia di dimensioni medio grandi. Ma soprattutto che il contratto sia a tempo indeterminato.

L'entità massima del finanziamento è determinata dalla liquidazione maturata (TFR) e dallo stipendio netto percepito, per i dipendenti. E dall'entità della pensione, per i pensionati.

Non sono necessari garanti, fideiussioni o ipoteche. L'unica garanzia è il salario stesso o il TFR. Se il finanziamento della cessione del quinto supera il TFR esiste una polizza assicurativa che copre il rischio vita e il rischio impiego. Per i dipendenti statali l'assicurazione può essere rilasciata dall'INPS o da una compagnia assicurativa privata, mentre per i dipendenti privati può essere solo una compagnia assicurativa privata.

Sì, è una soluzione per richiedere un prestito, anche per chi non riesce a farlo nella maniera tradizionale.

La cessione del quinto può essere estinta secondo le clausole firmate in sede di richiesta.

Rivolgiti a Finanziamenti Semplici
RICHIEDI IL TUO PREVENTIVO ONLINE
Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 in seguito a presa visione dell'informativa

*campi obbligatori